Rischio MMC Movimentazione Manuale dei Carichi

Rischio MMC Movimentazione Manuale dei Carichi



Differenti comparti produttivi comportano la necessità di effettuare attività di movimentazione manuale di carichi da parte dell’operatore. Questi, fortemente eterogenei per pesi e dimensioni, possono essere movimentati seguendo modalità, geometrie e frequenze assai diversificate in base alle singole necessità lavorative.
Proprio la movimentazione di carichi può rappresentare una delle cause favorenti l’insorgenza di disturbi e patologie in particolare delle strutture osteo-muscolari della colonna vertebrale.
Quando si movimentano pesi superiori a 3 Kg o si effettuano movimenti ripetitivi è necessario quindi procedere ad una corretta valutazione del rischio da movimentazione manuale di carichi, al fine dell’attuazione di idonei interventi di prevenzione e protezione che vadano a mitigare, se non annullare, eventuali danni a carico degli operatori.

Per valutare l’entità della movimentazione manuale esistono diversi strumenti tra i più noti:
• MAPO Movimentazione e Assistenza Pazienti Ospedalizzati
• UNI ISO 11228-1 Sollevamento e Trasporto (Niosh)
• UNI ISO 11228-2 Spinta e Traino (Snook e Ciriello)
• UNI ISO 11228-3 Movimentazione di carichi ad alta frequenza (OCRA)
• KIM (Key Item Method) per operazioni di sollevamento, mantenimento, trasporto o trazione e spinta

Compila il modulo per inviare una richiesta o avere informazioni specifiche di iscrizione:
 

Dichiaro di aver preso conoscenza e accettato la Privacy Policy di Obiettivo Ambiente srl

Grazie per averci contattato. La tua richiesta è stata correttamente inviata. Reindirizzamento in corso...