Edizioni passate

Mar

19

Marzo

ORE 14:30 - 18:30

Corso RLS

Durata del corso: 32 ore

300,00 IVA esclusa

L’obiettivo formativo è formare figure professionali capaci di rappresentare i lavoratori per quanto riguarda la sicurezza. Il Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza svolge un ruolo importante, avrà una formazione specifica in materia di salute e sicurezza, conosce tutto ciò che riguarda l’analisi dei rischi presenti all’interno degli ambienti in cui esercita la propria rappresentanza, possiede adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi, esatte conoscenze sulle normative riguardanti la sicurezza sul posto di lavoro ed è in grado di proporre soluzioni valide ed adeguate.

Svuota

Descrizione del corso

DESCRIZIONE DEL CORSO

L’RLS, una volta eletto, deve seguire un corso di formazione della durata di almeno 32 ore su materie inerenti la sua attività.

Esistono tre classi di aziende per numero di dipendenti, ognuna delle quali necessita di un numero minimo di RLS:
• Aziende o unità produttive fino a 200 dipendenti = 1 RLS
• Aziende o unità produttive da 201 a 1000 dipendenti = 3 RLS
• Aziende o unità produttive con più di 1000 dipendenti = 6 RLS.

DESTINATARI L’ R.L.S.:

persona che viene eletta o designata per rappresentare i lavoratori sugli aspetti della salute e della sicurezza sul lavoro.
E’ l’unico, tra tutti i soggetti protagonisti della salute e sicurezza in azienda, che può interagire con tutti gli altri come fiduciario dei lavoratori e per loro conto:
• sorveglia la qualità dell’ambiente di lavoro (igiene);
• partecipa a tutte le fasi del processo di prevenzione dei rischi lavorativi (dall’individuazione del pericolo fino alla progettazione e applicazione delle misure di prevenzione e protezione);
• agisce da punto di riferimento tra Datore di Lavoro, lavoratori, sindacato ed istituzioni.

PROGRAMMA FORMATIVO

1° capitolo
– Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
– La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
– La “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D. Lgs. n.231/2001 e s.m.i.
– Il sistema istituzionale della prevenzione
– I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità
– I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi
– La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi
– La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori
– Il documento di valutazione dei rischi (contenuti specificità e metodologie)
– Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza
– Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione
– Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza
– La gestione della documentazione tecnico amministrativa
– L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

2° capitolo
– I principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
– Attrezzature di lavoro
– Rischio elettrico e lavori elettrici (norma CEI 11-27)
– Agenti chimici: REACH e CLP
– Videoterminali
– Il rischio da stress lavoro-correlato
– Rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi
– I dispositivi di protezione individuale
– La sorveglianza sanitaria
– L’informazione, la formazione e l’addestramento
– Le tecniche di comunicazione
– Il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda
– La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza: natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

3° capitolo
– La movimentazione manuale dei carichi: i rischi connessi con una delle attività più diffuse negli ambienti di lavoro
– Il D. Lgs. 81/08 e la movimentazione manuale dei carichi
– Metodologie per la valutazione dei rischi: “Ergonomia – Movimentazione manuale – Parte 1: Sollevamento e spostamento”
– Il rischio derivante dalle operazioni di traino – spinta, “Ergonomia – Movimentazione manuale – Parte 2: Spinta e traino”
– Gli strumenti per la misurazione delle forze di traino – spinta: il dinamometro
– Il rischio derivante dai movimenti ripetuti: “Ergonomia – Movimentazione manuale – Parte 3: Movimentazione di piccoli carichi con grande frequenza” e la check list OCRA
– I rischi da movimentazione carichi per mezzo di attrezzature

4° capitolo
– I lavori ad alto rischio: come valutare il rischio e gestire le attività con alta magnitudo di danno
– I lavori in quota e D. Lgs. 81/08
– Le procedure per effettuare lavori in quota in sicurezza: linee guida di riferimento
– Lavori in ambienti confinati: le linee guida di riferimento per la sicurezza
– Il D.P.R. 177/11 sulla qualificazione delle imprese operanti in ambienti confinati
– Come certificare i requisiti delle imprese operanti in ambienti confinati
– Rischio rumore e vibrazione: valutazione e misure di sicurezza
– Il rischio da campi elettromagnetici: i livelli di esposizione e gli obblighi previsti dal capo IV del D.Lgs. 81/08
– Il rischio da radiazioni ottiche artificiali (ROA) e il D. Lgs. 81/08
– “Misurazione e valutazione dell’esposizione personale a radiazioni ottiche incoerenti”

RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 37 del D.Lgs. 81/08.

OBIETTIVO FORMATIVO Formare figure professionali capaci di rappresentare i lavoratori per quanto riguarda la sicurezza. Il Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza svolge un ruolo importante, avrà una formazione specifica in materia di salute e sicurezza, conosce tutto ciò che riguarda l’analisi dei rischi presenti all’interno degli ambienti in cui esercita la propria rappresentanza, possiede adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi, esatte conoscenze sulle normative riguardanti la sicurezza sul posto di lavoro ed è in grado di proporre soluzioni valide ed adeguate.

PARTE PRATICA Questo corso non prevede alcuna parte pratica, tuttavia nel corso delle lezioni verranno effettuate numerosi case study.

MODALITA’ E-LEARNING Il corso non può essere tenuto in modalità E-learning.

RINNOVO DEL CORSO Annuale:
4 ore di aggiornamento per aziende che occupano fino a 50 lavoratori
8 ore di aggiornamento per aziende che occupano più di 50 lavoratori.

MATERIALE DIDATTICO Al termine del corso, sarà fornita tramite posta elettronica apposita dispensa.

REQUISITI DEI DOCENTI I nostri docenti sono in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente (decreto interministeriale 06/03/2013 e smi) con precedente esperienza lavorativa o professionale.

TEST DI VERIFICA E VALUTAZIONE DEL DOCENTE Al termine del corso si effettuerà un test di verifica con domande multiple e la valutazione del docente.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE L’attestato di partecipazione verrà consegnato tramite posta elettronica indicativamente entro 15 giorni dal termine del corso, previo superamento del test finale e previo pagamento avvenuto.

CREDITI FORMATIVI Non sono previsti per questo corso.

PAUSA CAFFE’ E’ prevista una pausa caffè a metà lezione.

PARCHEGGIO I posti auto all’interno dello stabile di Obiettivo Ambiente sono riservati: si potranno quindi utilizzare i parcheggi gratuiti posti lungo Viale della Navigazione Interna.