Covid-19 Gestione della FASE 3 negli ambienti di lavoro

Gestire la Fase 3: tornare a vita di tutti i giorni garantendo la salute e la sicurezza dei lavoratori.​

Le parti sociali, con il governo, hanno emanato il protocollo condiviso con le misure di contrasto e contenimento del contagio CoViD-19 nelle imprese in seguito la Conferenza delle Regioni ha elaborato le linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative.

Per fare in modo che le aziende e gli esercizi commerciali possano operare in totale sicurezza tutelando i lavoratori, i titolari e i fornitori mettiamo a disposizione la nostra professionalità aiutandovi ad elaborare un documento di applicazione del protocollo all’attività della vostra Azienda.

Aggiornamento
 11 giugno 2020
  • Pubblicato il DPCM 11 giugno 2020 
    Il Decreto pone le basi per la FASE 3: ripresa delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, così come le attività di centri benessere, centri termali, culturali e centri sociali; riprendono gli spettacoli aperti al pubblico, le sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche
  • Integrate le  Linee di Indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive
    Le “Linee Guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative” comprendono ora anche le schede relative ai seguenti settori: congressi e grandi fiere; sale slot, sale giochi e sale bingo; discoteche.
    Sono state razionalizzate e integrate le schede relative a:
    –  “Ristorazione”, dove è stato inserito un paragrafo dedicato alle “cerimonie”;
    – “Attività ricettive” (che oltre alle indicazioni generali prevede regole specifiche per: strutture turistico-ricettive all’aria aperta; rifugi alpini ed escursionistici; ostelli della gioventù; locazioni brevi);
    – “Servizi per l’infanzia e l’adolescenza” (con un paragrafo dedicato ai “Campi estivi”).
    Sono state notevolmente aggiornate le schede relative alle “Aree giochi per bambini” e a “Cinema e spettacoli dal vivo” (quest’ultima con riferimenti a: fondazioni liriche, sinfoniche e orchestrali e spettacoli musicali; produzioni teatrali; produzioni di danza)
    Infine sono state aggiornate anche le altre schede, in particolare per quanto guarda le prescrizioni per favorire il ricambio d’aria.
Aggiornamento
 26 giugno 2020
  • Pubblicata ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 63 del 26 giugno 2020
Aggiornamento
 06 luglio 2020
  • Pubblicata ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 64 del 06 luglio 2020
Aggiornamento
 09 luglio 2020
  • Aggiornate le  Linee di Indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive
Aggiornamento
 14 luglio 2020
  • Pubblicato il DPCM 14 luglio 2020 
    Prorogate le disposizioni del DPCM 11 giugno 2020 fino al 31 luglio 2020
Aggiornamento
 31 luglio 2020
  • DL 30 luglio 2020 
    Proroga delle disposizioni per emergenza coronavirus fino al 15 ottobre 2020
  • ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 81 del 31 luglio 2020
    Proroga delle disposizioni per emergenza coronavirus fino al 15 ottobre 2020

Richiedi la compilazione del manuale operativo

Applicazione del protocollo e procedure

Scopri cosa fare per RIPARTIRE

01 - Comitato di Gestione Coronavirus

Il Datore di Lavoro istituisce un comitato di controllo come disposto dal punto 13 del protocollo condiviso.
Al comitato, formato da Datore di Lavoro, Rappresentanze Sindacali e RLS consigliamo di fare partecipare anche RSPP e Medico Competente. Il comitato avrà il compito di applicare e verificare le regole del protocollo di regolamentazione oltre che aggiornarle ogniqualvolta ritenuto necessario.

02 - Procedura per l'ingresso dei lavoratori

Per evitare l’accesso del virus in azienda è necessario dotarsi di una procedura per il controllo della temperatura e prevedere un ingresso scaglionato.

03 - Precauzioni igieniche e DPI

È obbligatorio che l’Azienda metta a disposizione dei lavoratori idonei mezzi detergenti per l’igiene delle mani. Oltre a raccomandare la pulizia frequente con acqua calda e sapone devono essere collocati dispenser di soluzione alcolica in punti facilmente raggiungibili.

Qualora il lavoro imponga una distanza interpersonale minore di un metro (aziende) e non siano possibili altre soluzioni organizzative è necessario l’uso delle mascherine (in assenza o scarsa disponibilità di facciali filtranti FFP – ad eccezione delle attività a maggior rischio – è possibile l’utilizzo delle mascherine chirurgiche) e di altri dispositivi di protezione quali guanti, occhiali, tute, cuffie, camici conformi. Per venditori e compratori (negozi/punti vendita), uso sempre obbligatorio di guanti e mascherine sia per operatori che per clienti e comunque garantendo copertura di naso e bocca.

04 - Informazione

Tutti i lavoratori e le persone che entrano negli ambienti di lavoro dovranno essere informati sui comportamenti da adottare.

Nei punti strategici, dove c’è maggior afflusso di persone, è necessario indicare le informazioni essenziali.

All’entrata dovranno essere immediatamente visibili le regole dell’azienda nei confronti dei corrieri.

Ricordare di indossare i DPI e di igienizzare mani e utensili. 

Per quanto impatta i dati personali è necessario fornire idonea informativa privacy agli interessati.

TUTTI cartelli covid19_Pagina_01TUTTI cartelli covid19_Pagina_01
Mantenere la distanza
8_PDFsam_cartelli covid198_PDFsam_cartelli covid19
Informazione ai corrieri
7_PDFsam_cartelli covid197_PDFsam_cartelli covid19
Ingresso contingentato
2_PDFsam_cartelli covid192_PDFsam_cartelli covid19
Obbligo utilizzo dei DPI
REGOLE DI BUON COMPORTAMENTO COVID-19_19.03.2020REGOLE DI BUON COMPORTAMENTO COVID-19_19.03.2020
Regole di comportamento
3_PDFsam_cartelli covid193_PDFsam_cartelli covid19
Regole utilizzo DPI

05 - Formazione dei lavoratori

Tutti i lavoratori saranno formati sul rischio biologico, impareranno a conoscere il virus e quali sono i comportamenti per limitarne la diffusione. Verranno fornite ai lavoratori le nozioni minime per affrontare la vita lavorativa e nell’utilizzare i dispositivi di protezione.

Prenota la formazione in videoconferenza

Per evitare gli assembramenti delle aule corsi proponiamo alle aziende la formazione a distanza

Acquista subito la formazione e-learning

Ogni lavoratore potrà dal proprio dispositivo seguire la formazione quando è più comodo

06 - Pulizia e Sanificazione

Pulizia quotidiana dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. Occorre garantire la pulizia (con adeguati detergenti) ad ogni fine turno di lavoro e la sanificazione degli ambienti (uso di prodotti base alcol o cloro) periodica di: tastiere, schermi touch, mouse, sia negli uffici, sia nei reparti produttivi.

07 - Procedura per l'ingresso di clienti, fornitori e visitatori

L’ingresso di terzi in azienda deve essere ridotto, saranno individuate idonee procedure che vanno dall’accesso per appuntamento all’individuazione di punti e locali dedicati ai fornitori.

08 - Gestione degli spazi comuni

Individuazione delle regole per il distanziamento sociale negli spazi comuni, comprese le mense aziendali, le aree fumatori, luoghi di culto e gli spogliatoi.

09 - Riorganizzazione aziendale

Anche durante la FASE 2, al fine di limitare gli assembramenti, si dovrà disporre della chiusura dei reparti diversi dalla produzione o utilizzare lo smart working.

Per limitare al massimo i contatti si può procedere ad una rimodulazione dei livelli produttivi o assicurare un piano di turnazione dei dipendenti e l’applicazione di orari differenziati.

Il lavoro a distanza continua ad essere favorito.

Anche il distanziamento sociale dovrà essere garantito. Rimodulazione degli spazi di lavoro anche con la realizzazione di un nuovo layout riposizionando del postazioni di lavoro e aggiornando il piano di emergenza.

10 - Sorveglianza sanitaria

La sorveglianza sanitaria periodica non va interrotta, quale misura di prevenzione di carattere generale ma anche perché può intercettare possibili casi e sintomi sospetti del contagio, sia per l’informazione e la formazione che il medico competente può fornire ai lavoratori per evitare la diffusione del contagio. Vanno privilegiate, in questo periodo, le visite preventive, le visite a richiesta e le visite da rientro da malattia.

Il datore di lavoro al fine di ridurre al massimo gli effetti sulla salute delle persone dovrà tener conto delle specifiche condizioni di ogni lavoratore, a maggior ragione con riferimento ai soggetti più sensibili (gestanti, puerpere, periodo di allattamento, ecc…) anche tenendo conto di quanto stabilito dal medico competente.

11 - Gestione di un caso sintomatico

Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria come la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, si dovrà procedere al suo isolamento (in apposito locale idoneo) e a quello degli altri presenti. L’azienda avverte immediatamente le autorità sanitarie competenti e i numeri di emergenza per il CoViD-19 e collabora per la definizione degli eventuali “contatti stretti”.

12 - Privacy e GDPR

Attenzione al trattamento dei dati personali (temperature o autocertificazione). Obbligo di predisporre specifica informativa per tutti i lavoratori e aggiornamento del registro dei controlli. Nomina di un incaricato che raccolga e tratti i dati personali.

Normativa Nazionale

Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale – Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali – Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale – Disposizioni in materia di ingresso in Italia – Transiti e soggiorni di breve durata in Italia – Ulteriori disposizioni in materia di spostamenti da e per l’estero – Disposizioni in materia di navi da crociera e navi di bandiera estera – Misure in materia di trasporto pubblico di linea – Ulteriori disposizioni specifiche per la disabilità

Salute e sicurezza – Sostegno alle imprese e all’economia – Misure in favore dei lavoratori – Disposizioni per la disabilità e la famiglia – Enti territoriali e debiti commerciali degli enti territoriali – Misure fiscali – Disposizioni per la tutela del risparmio nel settore creditizio – Misure di settore

Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale – Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali – Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale – Disposizioni in materia di ingresso in Italia – Transiti e soggiorni di breve durata in Italia – Ulteriori disposizioni in materia di spostamenti da e per l’estero – Disposizioni in materia di navi da crociera e navi di bandiera estera – Misure in materia di trasporto pubblico di linea – Ulteriori disposizioni specifiche per la disabilità

CIRCOLARE del Ministero della Salute n. 14915 del 29/04/2020 - Indicazioni operative relative alle attività del medico competente nel contesto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro e nella collettività

Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale – Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali – Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale – Disposizioni in materia di ingresso in Italia – Transiti e soggiorni di breve durata in Italia – Misure in materia di trasporto pubblico di linea

Trasporto aereo – Trasporto ferroviario – Servizi automobilistici interregionali – Trasporti da e per Regione Sicilia – Servizi di trasporto da e per la Sardegna

Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale – Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali – Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale – Disposizioni in materia di ingresso in Italia – Transiti e soggiorni di breve durata in Italia – Disposizioni in materia di navi da crociera e navi di bandiera estera – Esecuzione e monitoraggio delle misure

Disposizioni urgenti circa la vendita al dettaglio nelle farmacie di DPI – Disposizioni igienico-sanitarie ed informativa al consumatore – Disposizioni finali

Misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese – Misure per il sostegno all’esportazione, all’internazionalizzazione e agli investimenti delle imprese – SACE S.p.A. – Sottoscrizione contratti e comunicazioni in modo semplificato – Fondo centrale di garanzia PMI – Sospensione di versamenti tributari e contributivi – Credito d’imposta per l’acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro

Normativa Regionale

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL VENETO n. 43 del 27 aprile 2020 - Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL VENETO n. 42 del 24 aprile 2020 - Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni.

Procedura che stabilisce come gli operatori sanitari devono intervenire e gestire i casi nelle strutture sanitarie. Vengono descritte le procedure di igiene e sanificazione

Compila il modulo per richiedere informazioni