Fondi Interprofessionali

tutto quello che bisogna sapere

Cosa sono

I Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali per la formazione continua (legge 388/2000) sono organismi di diritto privato, che vengono istituiti in base a specifici Accordi Interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentativi sul piano nazionale.

A cosa servono

L’iscrizione ad un Fondo Interprofessionale consente alle aziende di richiedere contributi per finanziare la formazione dei propri dipendenti. Le aziende, secondo quanto previsto dalla Legge n.388 del 2000, possono scegliere di destinare il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria” del 0.30% ad un Fondo Paritetico Interprofessionale attraverso un apposito modello Uniemens che mensilmente viene inviato all’INPS. Sempre più aziende decidono di destinare questa cifra ai Fondi per poter ricevere Formazione Finanziata, soprattutto perché l’adesione a un fondo non comporta alcun costo ulteriore ed è possibile cambiare Fondo o rinunciare all’adesione in qualsiasi momento.

Quali sono i vantaggi

Decidere di aderire ad un Fondo Interprofessionale comporta diversi vantaggi, tra cui:

  • Aderire è gratuito, facile e veloce;
  • È possibile progettare percorsi di formazione personalizzati e coerenti con le proprie necessità e disponibilità di tempo;
  • Ridurre i costi aziendali sostenuti per la formazione;
  • È possibile formare tutto il personale senza nessuna limitazione dettata dal tipo di livello o inquadramento;
  • È possibile utilizzare tutte le modalità formative: aula, affiancamento, esercitazioni pratiche, E-Learning e molte altre;
  • Accrescere la competitività dell’azienda.

Fondi Interprofessionali