Lavori in quota: un focus sull’importanza dei trabattelli

Cosa sono i lavori in quota

I lavori in quota rappresentano un ambito delicato nel settore edile e industriale in quanto coinvolgono attività eseguite ad altezze tali da poter causare lesioni in caso di caduta.
Queste attività comprendono una vasta gamma di operazioni che espongono il lavoratore al rischio di caduta da un’altezza superiore ai 2 m.

lavori in quota sono tutti caratterizzati dal rischio di infortuni gravi e sono quindi disciplinati da rigide normative che stabiliscono requisiti di sicurezza e l’uso di attrezzature a norma.
La legislazione impone standard severi, che includono la necessità di fornire una formazione adeguata per il personale coinvolto.

Gli operatori che si trovano a effettuare lavori ad altezze considerevoli affrontano rischi significativi, rendendo cruciale l’utilizzo di mezzi sicuri ed efficienti per garantire la loro protezione.
I trabattelli sono strumenti fondamentali per lavorare, grazie alla loro versatilità.
Queste impalcature mobili se usate correttamente offrono un sostegno stabile per gli operatori, contribuendo così a migliorare la sicurezza e l’efficienza sul luogo di lavoro.

lavori in quota

I trabattelli: cosa sono e perché sono importanti

I trabattelli sono piattaforme di lavoro temporanee, mobili, progettate per sostenere operatori e materiali a varie altezze. Queste strutture offrono stabilità, mobilità e flessibilità, che le rendono adatte all’uso per una vasta gamma di attività, tra cui manutenzione, installazione e accesso a parti elevate di edifici e strutture. Sia che si tratti di lavori edili o di restauro di facciate, queste piattaforme temporanee forniscono una solida base per svolgere le attività in modo sicuro ed efficace. 

Sicurezza e normative

La sicurezza nei lavori in quota rappresenta un elemento fondamentale che richiede il rispetto di normative rigorose e l’utilizzo di attrezzature conformi agli standard di sicurezza.

Dal punto di vista legislativo, infatti, nei luoghi di lavoro, i trabattelli devono rispettare i requisiti di sicurezza imposti dal d.lgs. 81/08 che riguardano:

  • stabilità
  • resistenza
  • utilizzo in sicurezza

Dal punto di vista normativo invece, i riferimenti tecnici condivisi per la progettazione e la costruzione di un trabattello considerato sicuro sono:

La UNI EN 1004-1:2021 che riguarda i trabattelli che dispongono di quattro piedini con ruote, di una o più piattaforme, in base all’altezza del trabattello, che non può superare quella dei 12 m, se utilizzato all’interno in assenza di vento, o degli 8 m, se utilizzato all’esterno.

La UNI 11764:2019 riguarda i “piccoli trabattelli”, quelli che hanno dimensioni più ridotte dei primi, due piedini e due ruote, possono avere un’altezza fino a 4 m, essere utilizzati da una persona alla volta e sopportare un carico massimo di 150 kg che comprende il lavoratore, gli utensili, le attrezzature ed il materiale.

Investire nella formazione adeguata degli operatori e nell’implementazione di misure preventive contro le cadute contribuisce ulteriormente a garantire un ambiente di lavoro più sicuro e protetto.

A questo proposito, Obiettivo Ambiente si impegna a fornire corsi avanzati e in continuo aggiornamento in materia di sicurezza sul lavoro, anche con degli appuntamenti specifici sull’utilizzo dei trabattelli, in modo da sfruttare al meglio e soprattutto in sicurezza, le potenzialità di questo strumento.

 
 
trebattelli

Scegliere il trabattello giusto

Nella scelta del trabattello più adatto per un determinato lavoro in quota, è essenziale considerare una serie di fattori chiave:

  • la natura del lavoro da svolgere
  • l’altezza richiesta
  • le condizioni del sito
  • la facilità di montaggio
  • la capacità di carico
  • la durata del lavoro
  • frequenza di utilizzo
  • la compatibilità con altri sistemi di sicurezza.

Solo considerando attentamente tutti questi aspetti sarà possibile selezionare il trabattello che meglio si adatta alle specifiche esigenze del progetto.

Infine, una manutenzione regolare del trabattello è fondamentale per assicurare il suo corretto funzionamento nel tempo. Ciò include la pulizia periodica, la verifica dei componenti e dei dispositivi di sicurezza, nonché la sostituzione di parti danneggiate o usurate.

Una manutenzione accurata può prolungare la vita utile del trabattello e contribuire a preservarne l’efficacia e la sicurezza durante l’utilizzo.

Selezionando quindi l’attrezzatura adatta, aderendo alle normative e restando costantemente aggiornati con corsi di formazione ad hoc, è possibile creare un ambiente di lavoro sicuro e produttivo, riducendo al minimo il rischio di incidenti. 

Obiettivo Ambiente offre alle aziende una formazione completa e aggiornata grazie alla presenza di docenti qualificati e di IVO, la prima Unità di Addestramento Mobile del Veneto.

Prenota il tuo corso, oppure contattaci per avere ulteriori informazioni.

 
 
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt