Quanto costa un Dato Personale?

Lo sapevate che nel dark web è possibile comprare intere identità di persone per una manciata di €uro?

Oggi viviamo in un’epoca sempre più “social” e sempre meno sociale: uno dei problemi più diffusi e lampanti è la mancanza di valore che soprattutto le nuove generazioni danno ai dati e quel che è peggio, ai loro dati personali, seppur privatissimi.

Per ego o per noia, tutti o quasi, siamo disposti a pubblicare i nostri dati nei principali canali o network: chi per mostrare la propria casa nuova o chi lo fa perché non si sente compreso.

Ma vi siete mai chiesti dove finiscono quei dati? Chi li vede?

A volte mi viene detto: “Ma figurati, Stefano, chi vuoi che guardi la foto della mia casa? A chi vuoi che interessi che io pubblichi la foto della mia casa prima di partire per le vacanze…?”

“Ma a chi vuoi che interessi che io pubblichi la foto di mia figlia…?”

“Magari a qualcuno che ha cattive intenzioni…”

“A chi vuoi che interessi che io pubblichi…?”

Siate vigili!

Il mondo on line oggi, soprattutto dai più giovani, viene avvertito come un mondo asettico spesso privo di rischi perché tanto, mancando il contatto fisico manca il presupposto dell’offesa…non è così!

I vostri dati sono preziosi, la vostra vita è un continuo scambio di dati e di informazioni e oggi c’è sempre una persona disposta a rubarvela. Perché quello che complica le cose è proprio questo: i ladri di identità sono nemici invisibili.

Ed è anche per questo che il nuovo regolamento europeo GDPR 679 ha introdotto misure severe, non tanto per ridurre la diffusione di dati (cosa che ormai sarebbe impossibile) quanto la necessità che ognuno di noi possa conoscere i propri diritti su come questi dati possano essere trattati.

Applicare il nuovo regolamento europeo e conoscerlo significa assumere la consapevolezza che il dato deve essere non solo gestito e protetto in un certo modo ma anche, e soprattutto che quel dato ha un valore e deve essere tutelato ad ogni costo!

Non a caso le sanzioni previste sono pesantissime e attenzione non solo per le aziende ma anche per il privato perché oggi il confine fra la violenza fisica e quella virtuale è molto sottile perché violare la vostra casa e violare il vostro account non è poi molto diverso…

Dott. Stefano Guzzon

Dott. Stefano Guzzon

Tecnico della sicurezza nei luoghi di lavoro, Formatore qualificato, RSPP, DPO e ODV per aziende dei principali settori

Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt