Norma UNI ISO 11228-3:2009 - Ergonomia nello Svolgimento di Attività di Sollevamento e Trasporto

La norma UNI ISO 11228-3:2009 Ergonomia – Movimentazione manuale – Parte 3, si occupa di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza. Tratta quindi di valutazione dei rischi da movimenti ripetuti.

In particolare, questa norma specifica i limiti di resistenza per la movimentazione manuale di carichi, concentrandosi sui carichi leggeri ad alta frequenza.

Non possiamo parlare di questa norma senza parlare di ergonomia, cioè della scienza che si occupa dello studio delle condizioni di lavoro e del loro adattamento all’uomo.

Una delle sfide principali dell’ergonomia è quella di garantire che le attività umane siano svolte in modo da ridurre al minimo il rischio di infortuni e problemi di salute legati all’esecuzione di compiti manuali.

In questo contesto, la norma UNI ISO 11228-3:2009 riveste un ruolo di grande importanza.

Norma UNI ISO 11228-3:2009 Ergonomia nello Svolgimento di Attività di Sollevamento e Trasporto

Cos’è la Norma UNI ISO 11228-3:2009?

La norma UNI ISO 11228-3:2009 è una norma internazionale adottata a livello nazionale dall’Ente Nazionale Italiano di Unificazione (UNI).

Questa norma fa parte di una serie di standard internazionali sviluppati dall’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione (ISO) che riguardano La Movimentazione Manuale dei Carichi.

Altre norme correlate della stessa serie includono:

UNI ISO 11228-1:2022 Parte 1: Sollevamento, abbassamento e trasporto

UNI ISO 11228-2:2009 Parte 2: Traino e spinta

UNI ISO 11226:2019:Valutazione dei rischi ergonomici

Queste norme forniscono linee guida e parametri per valutare il rischio di lesioni muscoloscheletriche associate alla movimentazione manuale dei carichi.

Affrontano aspetti specifici della movimentazione, come il sollevamento di carichi pesanti, leggeri o ad alta frequenza, e stabiliscono criteri ergonomici per ridurre i rischi sul luogo di lavoro.

Il rapporto tra queste norme è complementare, in quanto coprono diverse sfaccettature della movimentazione manuale dei carichi.

L’adozione di queste norme può aiutare le organizzazioni a implementare pratiche sicure e promuovere la salute dei lavoratori coinvolti in attività di sollevamento e movimentazione di carichi.

In particolare, la UNI ISO 11228-3:2009 si concentra sulla valutazione del rischio per il sistema muscolo-scheletrico quando si svolgono attività di sollevamento e trasporto di carichi.

Essa si applica sia nella valutazione dei rischi che in fase di progettazione delle attività comportanti movimenti ripetuti degli arti superiori.

Le movimentazioni ad alta frequenza di oggetti di peso ridotto comportano rischi di insorgenza di patologie da sovraccarico biomeccanico sulle strutture osteoarticolari, muscolotendinee e nervovascolari.

L’obiettivo principale della UNI ISO 11228-3:2009 è fornire linee guida e raccomandazioni per la progettazione di sistemi di lavoro e compiti manuali al fine di prevenire o ridurre il rischio di infortuni legati a queste attività.

Norma UNI ISO 11228-3:2009 Ergonomia nello Svolgimento di Attività di Sollevamento e Trasporto

Quali sono le attività in cui la movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza potrebbe comportare rischi per la salute?

Magazzino e Logistica:

  • Imballaggio di prodotti leggeri.
  • Preparazione degli ordini in un magazzino.
  • Carico e scarico di merci leggere.

Produzione Leggera:

  • Assemblaggio di componenti leggeri su linee di produzione.
  • Movimentazione di materiali leggeri durante il processo di produzione.

Settore Alimentare:

  • Confezionamento di alimenti in scatole o pacchetti leggeri.
  • Movimentazione di scatole di prodotti alimentari.

Ma anche lavori di ufficio di commercio al dettaglio o di servizi come quelli pulizia o organizzazione eventi possono essere coinvolti nella movimentazione frequente di carichi leggeri.

Dunque, non c’è settore in cui la norma in oggetto non sia applicabile. Questo richiede attenzione alle pratiche ergonomiche e alla sicurezza sul lavoro in ogni ambito.

Qual è l’importanza della Norma UNI ISO 11228-3:2009?

Come abbiamo visto questa norma è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza e il benessere dei lavoratori che sono coinvolti in attività di sollevamento manuale.

Sollevare e trasportare pesi, anche leggeri, può essere una delle attività più rischiose sul luogo di lavoro e può portare a una serie di problemi muscolo-scheletrici se non vengono prese le giuste precauzioni.

La UNI ISO 11228-3:2009 fornisce un quadro per valutare i fattori di rischio che possono contribuire alle malattie muscolo-scheletriche quando si sollevano e si trasportano oggetti.

Questi fattori di rischio includono la frequenza delle attività, la durata, la posizione del corpo, la forza richiesta e molti altri parametri.

La norma offre criteri per valutare il rischio e suggerisce raccomandazioni per ridurlo.

Come può essere utilizzata la Norma UNI ISO 11228-3:2009

Le aziende e gli enti preposti alla sicurezza sul lavoro possono utilizzare questa norma come riferimento per valutare e migliorare le condizioni di lavoro quando si tratta di attività di sollevamento e trasporto manuale.

Ecco alcuni modi in cui la norma può essere applicata:

  • Valutazione del rischio: le società possono utilizzare i criteri forniti nella norma per valutare il rischio legato alle attività di sollevamento manuale e identificare le aree in cui è necessario apportare miglioramenti.

  • Progettazione dei luoghi di lavoro: la norma può essere utilizzata come guida per la progettazione di luoghi di lavoro in modo da ridurre al minimo i rischi di sollevamento manuale.

Questo potrebbe includere la progettazione di dispositivi di sollevamento o la pianificazione di layout aziendali ottimizzati.

  • Formazione e sensibilizzazione: le linee guida della norma possono essere incorporate nei programmi di formazione per i lavoratori al fine di educarli su come svolgere le attività di sollevamento in modo sicuro ed efficiente.

  • Monitoraggio e revisione: le aziende possono utilizzare la norma come base per monitorare costantemente le loro pratiche di sollevamento manuale e apportare modifiche quando necessario.

La norma UNI ISO 11228-3:2009 è uno strumento prezioso e la sua applicazione può contribuire a ridurre il rischio di infortuni e migliorare le condizioni di lavoro.

È importante quindi che le aziende interessate comprendano e applichino correttamente questa norma per il bene della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Grazie a tecnici interni qualificati e a collaboratori esterni competenti Obiettivo Ambiente è in grado di supportare aziende ed enti in tutto l’iter di processo, dalla progettazione all’implementazione delle linee guida UNI ISO.

Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt