Chi garantisce la sicurezza sul lavoro?

Il datore di lavoro

La sicurezza sul lavoro è il frutto di un impegno coordinato tra più figure specifiche che collaborano per garantire la sicurezza all’interno dell’ambiente di lavoro. Al vertice di queste figure si colloca il datore di lavoro.

Il datore di lavoro è il responsabile principale di qualsiasi evento funesto si manifesti nel corso dell’attività lavorativa, egli ha il dovere di controllare che sia i lavoratori, sia coloro che sono direttamente addetti alla prevenzione e sicurezza nell’ambiente di lavoro svolgano il proprio compito in modo appropriato.

Il datore di lavoro di conseguenza diviene responsabile in solido con chi, non rispettando il protocollo di sicurezza, ha causato danni fisici al lavoratore o con il lavoratore stesso che non ha ottemperato alle regole prescritte nello svolgimento del suo lavoro.

La sua responsabilità si qualifica come penale nel caso in cui la sua inosservanza sia tale da generare la morte dei lavoratori o danneggiare l’ambiente.

Interessante è analizzare le singole figure chiamate a garantire al sicurezza sul lavoro insieme al datore di lavoro:

First Aid Training - CPR

Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione

Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, definito con l’acronimo RSPP è una figura obbligatoria in qualsiasi azienda con dipendenti. Frequentemente nelle realtà aziendali minori tale ruolo è ricoperto dallo stesso datore di lavoro, in alternativa è possibile individuare un professionista esterno cui affidare tale incarico.

L’ RSPP svolge una funzione consultiva e deve possedere opportune conoscenze tecniche, previste dalla normativa. A patto che siano rispettati tali requisiti lo stesso datore di lavoro può essere RSPP, oppure può affidare l’incarico di RSPP ad un dipendente dell’azienda o ad un professionista esterno nel caso in cui tra i dipendenti non ci siano le competenze necessarie a ricoprire l’incarico.

Il compito di un RSPP è informativo e coordinativo e mira a controllare il rispetto, da parte dei subordinati, delle norme sulla sicurezza del lavoro e a controllare che le stesse siano efficienti rispetto allo scopo.

Medico competente

Il Medico Competente, in acronimo MC, è un medico specializzato in medicina del lavoro che in azienda vigila sulla salute dei subordinati prevenendo rischi ed intervenendo nel caso si manifestino situazioni pericolose.

Il medico del lavoro effettua periodicamente sopralluoghi in azienda e ha l’onere di sorvegliare che l’ambiente di lavoro sia salubre e che gli stessi dipendenti mantengano un comportamento consono alle mansioni affidate, evitando di costituire un pericolo per sé e per gli altri. Il ruolo del Medico competente si attiva innanzi tutto nella visita medica periodica che accerta l’idoneità al lavoro. La periodicità dei controlli dipende dalla mansione ricoperta dal lavoratore.

Rappresentanti dei Lavoratori per la sicurezza

Il Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza, in acronimo RLS, è una figura non legata al datore di lavoro, ma nominato dai lavoratori al fine di avere un rappresentante che possa tutelare e garantire i propri diritti, vigilando e controllando che vengano seguite tutte le misure nazionali ed europee per garantire l’integrità psicofisica degli addetti ai lavori.

Trattasi di una figura che media tra i lavoratori e il datore di lavoro, permettendo ai primi di essere informati costantemente sulle misure intraprese rispetto alle misure di sicurezza.

Addetti alla prevenzione incendi, Addetti alla gestione delle emergenze e Addetti al pronto soccorso

In azienda vengono inoltre nominate delle figure specifiche che si occupano di agire in caso di emergenza qualora si verifichi ad esempio un incendio o un’emergenza tale da imporre l’uscita dei lavoratori dall’azienda evitando che chiunque subisca lesioni fisiche o addirittura mortali.

Tali soggetti devono essere muniti di certificati che attestino le proprie competenze e la conoscenza dei protocolli di prima emergenza.

Ai fini degli adempimenti di cui all'articolo 18, comma 1, lettera t), il datore di lavoro: a) organizza i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell'emergenza;

Art. 43, Dlgs. 81

Dirigente e preposto

Dirigenti e preposti sono diretti subordinati del datore di lavoro e si occupano di controllare il rispetto delle misure per la sicurezza, che vengano rispettate le norme aziendali in termini di salute e sicurezza, che i DPI siano utilizzati correttamente e vigilano sulla presenza di rischi imminenti.

Trattasi di figure che coordinano, controllano e garantiscono che venga preservata la sicurezza sul luogo di lavoro.

Per qualsiasi informazione, o per frequentare un

Corso sulla Sicurezza contattaci subito!

CERTIFICAZIONI

Accreditamento_OA
Fondimpresa_banner
ISO_9001_4500

Powered by WebsonicaWebsonica Agenzia Web Marketing